• Home
  • News
  • Giuseppe Sergi – la regola dei terzi nel content Marketing

Giuseppe Sergi – la regola dei terzi nel content Marketing

Oggi creare contenuti web è alla portata di tutti, la difficoltà però stà nel creare contenuti di qualità, fattore decisivo del successo delle strategie di digital marketing.

Pubblicare materiale interessante, con lo scopo che diventi virale, coerente con la politica ed i principi del tuo brand è fondamentale per la riuscita di una buona strategia di digital marketing su pagine social o sito web che sia.

In quest’articolo vi parlerò della regola dei terzi nel content marketing, una “semplice” strategia che può aiutarvi a creare contenuti di successo. 

La regola dei terzi nel content marketing si divide in 3 tipologie differenti. Ogni tipologia deve comparire un terzo delle volte sulle nostre pagine.

1.- Crea contenuti

1.1.- Content marketing

1/3 dei contenuti che devi preparare deve riguardare l’attività. Non importa il settore, devi parlare della tua attività. Mostra i prodotti, parla dei vantaggi e offri sconti. L’unico obiettivo di questo punto è far conoscere il tuo brand al mondo in tutti i suoi aspetti.

Parte della strategia di content marketing è attirare e fidelizzare l’utente ma con l’obiettivo di convertire. Questa conversione fa riferimento a una vendita di prodotti o servizi.

1.2.- Creare traffico

Un altro terzo della regola dei terzi nel content marketing fa riferimento al traffico. Genereremo contenuto che abbia come obiettivo attirare traffico al sito, al blog o alla piattaforma che ti interessa.

Devi lavorare il SEO ma non focalizzarti solo su questo aspetto. Il contenuto deve essere principalmente interessante. La verità è che meglio sei posizionato sui motori più possibilità avrai di arrivare ai clienti potenziali. Ma è realmente il nostro obiettivo? Nel content marketing prima viene la qualità.

Cerca temi che attirino gli utenti. Solo così genererai traffico. Se conosci la tua buyer persona e indovini il contenuto, la maggior parte del tuo lavoro è fatta. Gioca con il tuo target.

1.3.- Richiedi opinioni

Questo è l’unico contenuto che non potrai preparare. Con la regola dei terzi nel content marketing è tutto pronto ma questo punto fa eccezione.

Si tratta di aprire dibattiti, generare controversie con conversazioni monitorate. Puoi preparare un commento che incita alla partecipazione. Questo punto ti aiuterà a stringere legami con i tuoi utenti e clienti potenziali. Farlo bene sarà sinonimo di fidelizzazione.

Non c’è nulla di più valido per un brand dell’avere clienti fedeli.Falli ridere, fai in modo che commentino le tue pubblicazioni e soprattutto falli sentire partecipi delle decisioni del brand.

2.- Diffondere contenuto

2.1.- Contenuto personale

Un terzo del tuo contenuto deve riguardare la condivisione del tuo contenuto personale, mostrando il lato personale del tuo brand. Parlare del brand, promuovere i prodotti e condividere offerte e sconti. Questo contenuto attira le persone verso il tuo sito e può generare conversioni a breve e lungo termine.

I social sono una piattaforma importante per parlare di te ma se lo fai troppo assiduamente non otterrai l’effetto desiderato. Non genererai contenuto equilibrato e perderai parte del tuo pubblico.

Generare contenuti fa sì che il tuo brand sia identificabile online creando la tua identità. Aiuta i consumatori a conoscerti. L’obiettivo è attirare gli utenti affinché ti vedano come qualcosa di più di un brand.

2.2.- Condividere contenuto del tuo settore

Un altro terzo della regola dei terzi nel marketing dei contenuti deve riguardare contenuto di altre fonti. Questo è il contenuto che mostra che sei aggiornato riguardo al tuo settore. Condividi contenuti che hai verificato e che ti sono piaciuti. Inoltre deve essere contenuto di valore per la tua audience.

Il contenuto che pubblichi deve derivare da fonti affidabili, da persone influenti e può essere della concorrenza. Ciò ti permette di dimostrare la tua conoscenza nel settore e a migliorare l’autorevolezza del brand. questi sono alcuni temi che puoi condividere:

  • Notizie aggiornate e importanti nel settore
  • Articoli, link e storie di influencers chiave del settore
  • Tendenze degli hashtags e parole chiave del settore utilizzate.

Puoi condividere le critiche positive fatte alla tua attività. Non devi confondere questo punto con il precedente. Inoltre non dimenticarti di menzionare gli autori di ciò che condividi. Puoi aggiungere la tua prospettiva riguardo al tema e fomentare la partecipazione degli utenti. Ovviamente è importante non eccedere o, altrimenti, sembrerai troppo pigro per creare il tuo contenuto.

Si tratta di un equilibrio tra contenuto e elementi esterni. Non scordarti di condividere aggiornamenti di altre perosne o brand.

2.3.- Interagisci con la tua audience

Il terzo restante della regola dei terzi nel content marketing, riguarda il dialogare con i tuoi utenti. I followers vogliono vedere chi c’è realmente dietro al brand. Mostra la tua identità attraverso il contatto con i tuoi utenti.

Apri la porta della tua azienda alle piattaforme digitali. Parla di te, dei tuoi dipendenti, della tua struttura e fai domande ai tuoi utenti. La chiave sta nel coinvolgere l’audience. Ostra un lato personale che fino ad oggi non hai fatto vedere. Ciò ti aiuterà a fidelizzare la tua audience. Umanizza la tua attività. Per farlo puoi:

  • Sfruttare commenti e mi piace
  • Inviare messaggi a altri utenti
  • Adattare il tuo linguaggio al tuo pubblico e alla circostanza. Ci sono settori che permettono più variazioni rispetto ad altri
  • Molto importante: rispondi rapidamente. I social sono istantanei e a nessuno piace ricevere risposte tardive
  • Sviluppa relazioni interagendo
  • Chiedi ai tuoi utenti la loro opinione. Utilizzali per ottenere informazioni sul tuo brand. In questo modo otterrete entrambi un vantaggio. E ricordati di ringraziare i tuoi utenti.
  • Mostra l’azienda nella sua realtà. Le foto o i commenti hanno più successo sui social quando si mostrano i volti dei dipendenti. Condividi alcune delle attività aziendali. Se per esempio organizzate eventi e cene a cui partecipate…

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *